Scopri il nostro servizio sulla gestione dei Dispositivi di Protezione Individuale >

Home Approfondimenti News Stop alle plastiche monouso. Dal 2021 i paesi dell’UE ne vietano l’uso.
02/03/2021
Stop alle plastiche monouso. Dal 2021 i paesi dell’UE ne vietano l’uso.

Brusca battuta d’arresto per le plastiche monouso: i paesi dell’Unione Europea avranno tempo fino a luglio 2021 per recepire la legge e vietare l’uso di articoli usa e getta in plastica. Lo impone la Direttiva SUP (Single Use Plastics), anche nota come Direttiva UE 2019/904 del 5 giugno 2019.

Gli oggetti vietati dall’UE

Ecco l’elenco degli articoli che verranno messi al bando, tra pochi mesi, dall’UE:

  • Bastoncini cotonati
  • Posate
  • Piatti
  • Cannucce
  • Agitatori per bevande
  • Aste a sostegno dei palloncini
  • Contenitori per alimenti e tazze per bevande in polistirene espanso
  • Prodotti realizzati in plastica oxo-degradabile

La Direttiva 2019/904 introduce inoltre la responsabilità estesa del produttore per filtri di sigarette dispersi nell’ambiente e reti da pesca perse in mare e obblighi più stringenti per la gestione del fine vita degli imballaggi. Entro il 2029, gli Stati membri dovranno raccogliere il 90% delle bottiglie in plastica, che entro il 2030 dovranno essere composte per almeno il 30% di materiali riciclati.

Allarme plastiche usa e getta durante il lockdown

Durante il corso della prima pandemia, l’utilizzo dei dispositivi sanitari e di protezione usa e getta come guanti, salviette detergenti, cuffie, abbigliamento per medici, ha aggravato la già complessa situazione dello smaltimento delle pastiche monouso. In aggiunta, l’aumento degli acquisti online di cibo e prodotti ha generato l’aumento degli imballaggi plastici. Se dunque prima della pandemia, gran parte degli Stati membri era riuscito ad ottenere dei piccoli risultati in quanto a sostenibilità e gestione dei rifiuti, ora si avverte una pericolosa contro tendenza.

Secondo i dati della Commissione europea, l’80% dei rifiuti marini è costituito da plastica. Poiché gli animali spesso si cibano del materiale plastico presente nelle acque, anche l’uomo corre il rischio di alimentarsi di prodotti contenenti microplastiche. Sebbene dunque i dispositivi di protezione oggi continuino a salvare vite, chi ne sta pagando il prezzo è, ancora una volta, il nostro ambiente e a lungo andare ne risentirà anche la salute dell’uomo.

I vantaggi di una corretta gestione dei rifiuti

È necessario invertire l’allarmante tendenza globale, ma questo dipenderà sia dagli investimenti statali che verranno adottati nei prossimi anni, sia dal comportamento delle aziende e dei consumatori. Per questo motivo è auspicabile l’adozione di una corretta gestione dei rifiuti, siano essi imballaggi  o dispositivi sanitari 

Remedia TSR, il partner giusto per il futuro

Remedia TSR opera su tutto il territorio nazionale ed è un partner di fiducia sempre informato e aggiornato sulle nuove normative e in grado di assicurare un approccio integrato a livello di gestione operativa e consulenza ambientale. Così le aziende possono occuparsi esclusivamente del proprio core business.
Contattaci per richiedere subito un preventivo gratuito e personalizzato.

News
30/03/2021
La Commissione Europea ha dato il via libera per le nuove etichette di efficienza energetica, modificando...
EFFICIENZA

Servizi competitivi
Unico referente
Puntualità

Qualità

Tracciabilità
Solido know-how
Migliori standard qualitativi

Flessibilità

Assistenza qualificata
Personalizzazione
Innovazione