Scopri il nostro servizio sulla gestione dei Dispositivi di Protezione Individuale >

Home Approfondimenti News Economia circolare: le nuove direttive UE per il riciclo dei rifiuti
20/04/2018
Economia circolare: le nuove direttive UE per il riciclo dei rifiuti

Il Parlamento europeo ha dato il via libera al pacchetto di quattro direttive europee con nuove regole per il riciclo dei rifiuti. In particolare, i temi trattati sono il recupero dei materiali, la gestione degli scarti, l’inquinamento e lo spreco alimentare, con l’obbiettivo di coniugare ambientalismo e crescita economica. Infatti, grazie a queste misure, secondo la Commissione sarebbe possibile per le aziende risparmiare 600 miliardi all’anno, creare 140mila nuovi posti di lavoro e un taglio di 617 milioni di tonnellate di C02 entro il 2035.

Queste direttive vogliono favorire il passaggio verso l’economia circolare basandosi sull’idea che recuperando le materie prime dai rifiuti, le aziende inquineranno meno e soprattutto taglieranno i costi nel processo produttivo.

Tra le misure c’è il rafforzamento della gerarchia di rifiuti per cui i governi dovranno dare priorità a prevenire la creazione dei rifiuti, per poi privilege riparazione e riciclo, il recupero energetico attraverso i termovalorizzatori e all’ultimo posto la discarica. Per raggiungere questi scopi, sarà obbligatorio in tutta Europa, come già in Italia, la costituzione di consorzi di produttori di imballaggi per il riciclo e verrà introdotto un target per lo spreco alimentare che ne prevede il taglio del 30% entro il 2025 e del 50% entro il 2030.

Si prosegue eliminando le deroghe alla raccolta differenziata con conseguenti nuovi target sui rifiuti riciclati che dovranno passare al 55% nel 2025, il 60% nel 2030 e il 65% nel 2035, introducendo anche una nuova metodologia di calcolo. Ancora, parlando di target nuovi anche quelli per i rifiuti da imballaggi (65% entro il 2025 e 70% entro il 2030), plastica (50 e 55%), vetro (70 e 75) e carta (75 e 85). Infine, importantissimo, il nuovo tetto massimo del 10% entro il 2035 ai rifiuti che potranno essere gettati in discarica (a oggi in Italia siamo al 28% ma ci sono paesi come la Romania con il 70%).

News
22/12/2020
Viviamo in un mondo che è sempre in movimento e, mai come nell’ultimo anno, in tempi...
EFFICIENZA

Servizi competitivi
Unico referente
Puntualità

Qualità

Tracciabilità
Solido know-how
Migliori standard qualitativi

Flessibilità

Assistenza qualificata
Personalizzazione
Innovazione