Scopri il nostro servizio sulla gestione dei Dispositivi di Protezione Individuale >

Home Approfondimenti News Centri di assistenza tecnica – Guida alla corretta gestione dei rifiuti
01/12/2020
Centri di assistenza tecnica – Guida alla corretta gestione dei rifiuti

La gestione dei rifiuti è l’insieme delle procedure volte a gestire l’intero processo che va dalla produzione allo smaltimento finale dei prodotti. Il produttore del rifiuto ha l’onere di gestire l’intero processo coinvolgendo la fase di raccolta, trasporto, trattamento (recupero o smaltimento) e riciclo dei materiali di scarto, nel tentativo di ridurre gli effetti dei rifiuti sulla salute umana e l’impatto sull’ambiente.

Il Codice Ambientale, D.Lgs. 152/2006, art. 183, comma 1 definisce il “Rifiuto: come qualsiasi sostanza od oggetto di cui il detentore si disfi o abbia l’intenzione o abbia l’obbligo di disfarsi”.

A seconda dell’origine e delle caratteristiche di pericolosità, i rifiuti sono classificati in: rifiuti urbani, o rifiuti domestici, rifiuti speciali, o rifiuti aziendali e/o commerciali, rifiuti pericolosi, rifiuti non pericolosi.

La gestione dei rifiuti in Italia è disciplinata dal Codice Ambientale – D. Lgs. 152/2006. La mancata conformità agli adempimenti normativi viene sanzionata, anche penalmente, mettendo a rischio la reputazione dell’azienda.

Anche i Centri di Assistenza Tecnica, o in breve, CAT, in qualità di produttori o detentori del rifiuto, devono rispettare gli obblighi previsti dalla legge in materia di rifiuti, garantendone il corretto trattamento a seconda della provenienza. La legge prevede i seguenti obblighi:

  1. Classificazione del rifiuto, utilizzando il corretto codice EER.
  2. Selezione di trasportatori e impianti di trattamento, avendo cura che siano idonee al trattamento del rifiuto.
  3. Controllo delle autorizzazioni, verificando anche l’impianto di recupero dove vengono portati i rifiuti.
  4. Onere di Vigilanza della buona riuscita dell’operazione.
  5. Adempimenti normativi e documentali.

A seconda della classificazione dei rifiuti i CAT determineranno se si tratta di rifiuti speciali, rifiuti pericolosi o non pericolosi. La classificazione dei rifiuti si completa attribuendo il codice E.E.R., il codice previsto dall’Elenco Europeo dei Rifiuti, che per legge è attribuito dal produttore del rifiuto.

Per una corretta gestione dei rifiuti è necessaria una precisa documentazione degli stessi, seguendo i 3 principali documenti che regolano la gestione amministrativa dei rifiuti, ovvero: il Formulario di Identificazione dei Rifiuti, il Registro di Carico e Scarico e il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale. Un’importante novità prevista dalla norma è l’entrata in vigore del sistema informatico Registro Elettronico Nazionale.

Il produttore del rifiuto deve tenere in considerazione la fase di deposito temporaneo alla raccolta, ovvero il raggruppamento dei rifiuti effettuato prima della raccolta nel luogo in cui gli stessi sono prodotti. I rifiuti devono essere raccolti ed avviati a operazioni di recupero o di smaltimento. Il produttore dei rifiuti può scegliere fra due modalità: il Criterio temporale e il Criterio quantitativo.

 

Gestione semplificata dei RAEE, provenienti dai nuclei domestici, 1 contro 1 e 1 contro 0

I distributori di apparecchiature elettriche ed elettroniche, gli installatori e i centri di assistenza tecnica hanno l’obbligo di ritirare gratuitamente dal privato cittadino il RAEE che venga consegnato nel momento dell’acquisto di una nuova Apparecchiatura (AEE), a parità che questa sia equivalente per funzioni (D.M. 65/2010). I RAEE provenienti dalla gestione semplificata devono essere depositati in un’area specifica prima del raggruppamento. Il fine è quello di mantenere i RAEE integri, evitarne deterioramento e manomissioni ed impedire l’eventuale fuoriuscita di sostanze pericolose.

 

Il contributo di Remedia TSR alle aziende

Attraverso un vasto network di professionisti certificati, Remedia TSR è al fianco delle aziende per garantire il raggiungimento della compliance nella gestione dei rifiuti, preservando dal rischio di pesanti sanzioni penali e amministrative.

Il nostro approccio integrato, a livello di gestione operativa e consulenza ambientale, consente alle imprese di dedicarsi in tutta sicurezza al proprio core business, con enormi benefici in termini di reputazione ambientale e vantaggi competitivi.

Mettiti in contatto con noi e chiedi un preventivo gratuito!

News
30/03/2021
La Commissione Europea ha dato il via libera per le nuove etichette di efficienza energetica, modificando...
EFFICIENZA

Servizi competitivi
Unico referente
Puntualità

Qualità

Tracciabilità
Solido know-how
Migliori standard qualitativi

Flessibilità

Assistenza qualificata
Personalizzazione
Innovazione